venerdì 23 novembre 2012

Crostata di ricotta

La ricotta è un latticino che viene prodotta non dal latte ma dal suo siero, che è un residuo della lavorazione del formaggio vaccino od ovino;
il nome ricotta deriva dal fatto che il trattamento termico del siero è in realtà la seconda cottura (a 85-90°C) dopo quella effettuata per la produzione del formaggio; il siero viene infatti ri-cotto.
Dopo la lavorazione, la ricotta viene adagiata in contenitori perforati (un tempo venivano adoperati cestini di canne o di vimini) in modo che il liquido in eccesso ne potesse uscire e quando la ricotta è raffreddata è pronta per essere gustataLa ricotta era già conosciuta e molto utilizzata dagli antichi romani
Dal punto di vista nutrizionale rappresenta un alimento molto valido: ricca di proteine, sali minerali e vitamine, la ricotta fresca presenta una percentuale di grassi variabile in funzione del metodo di preparazione e dall’origine del latte impiegato per ottenerla.
Distinguiamo infatti la ricotta di solo siero, in genere di produzione artigianale, ottenuta senza aggiunta di latte o panna ma ricca di omega 3, e la ricotta al latte per esempio su quella di pecora abbiamo: calorie e valori nutrizionali per 100 grammi di prodotto
Ricotta di pecora (di solo siero)
Calorie 174
Acqua 71.1


Crostata di ricotta

Crostata di ricotta


ingredienti

900 gr di pasta frolla (vedete qui la preparazione)

Farina "00" 1 kg
burro 650 gr
zucchero 350 gr
uova intere 2
tuorli 2
vaniglia

per la farcia

500 gr ricotta
100 gr di uvetta
230 gr zucchero
la buccia di un'arancia grattugiata



Crostata di ricotta
Crostata di ricotta

Procediamo
prepariamo la pasta frolla come descritto nella ricetta di base qui 
seguendo bene i consigli, la frolla la potete variare come volete, avete le dosi e c'è anche quella per le intolleranze all'uovo, lasciamola riposare un oretta in frigorifero avvolta in pellicola per alimenti
prepariamo una base con 2/3 della pasta frolla su uno stampo a cerniera di 22 cm di diametro e la farciremo con il composto ottenuto miscelando la ricotta, lo zucchero, l'uvetta lasciata a bagno in acqua tiepida o succo d'arancio per 30 minuti e strizzata bene e la scorza dell'arancia
non mescolate troppo per non incorporare aria
ricopriamo con un disco di frolla ottenuta col terzo rimasto, sigilliamo bene i bordi ed inforniamo a forno preriscaldato a 180° per circa 40 minuti

Crostata di ricotta
Crostata di ricotta
nota
quando preparate la pasta frolla preparatela abbondante che si conserva perfettamente in freezer suddivisa in panetti da 500 gr che sono comodissimi da usare in molte ricette che trovate in questo blog 
inoltre vi segnalo una bella scoperta che ho fatto lo staccante per tortiere, ottimo da usare anche con gli stampi d'alluminio nonchè di silicone e ci evita il passaggio di imburrare ed infarinare o la carta forno che lascia quelle antipatiche ondine dopo cottura =)

11 commenti:

  1. Foto e crostata da rivista, complimenti!!

    RispondiElimina
  2. PER POTER DARE UN GIUDIZIO DEVO SCARICARE LA RICETTA E DOPO ETCC... VI FARO' SAPERE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. accomodati anonimo... da STAMPA in PDF gratuito... fai sapere e se ti firmi è un poiacere sapere a chi rispondo ;)

      Elimina
  3. Ciao Lu,una meravigliosa bontà.Bacioni

    RispondiElimina
  4. ma che bella questa foto!!!!!!! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. XD son soddisfatta della torta Francy =) <3

      Elimina
  5. uvetta a parte che proprio non tollero, è una delle mie torte preferite. Con la mia simil-ricotta fatta in casa dev'essere una specialità, non ci ho ancora provato ma potrei farlo presto. Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Cri, usa i canditi se preferisci, è una mia variante della cassata cotta che fanno in Sicilia che parte dalla base propria della cassata appunto.. se la provi fai sapere, se fai tu la ricotta di certo verrà ottima ;) un bacione grande

      Elimina